Concorso 2133 per Funzionari: requisiti, titoli, domanda

I requisiti, la domanda e i titoli preferenziali per il Bando di Concorso RIPAM 2020 per funzionari ministeriali

Share

Requisiti per l’accesso al Concorso 2133 funzionari amministrativi

I requisiti stabiliti per poter partecipare alla procedura di selezione per il bando per l’assunzione presso la Pubblica Amministrazione di 2133 funzionari è gestita dalla Commissione RIPAM sono sia di carattere generale che più specifico per alcuni Ministeri.

 

I requisiti generali

Cittadinanza: cittadinanza italiana, di altro Stato membro dell’Unione Europea (inclusi familiari con diritto di soggiorno) o di Paesi Terzi, purché titolari del permesso di soggiorno di lungo periodo, dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria;

Età: l’età minima per partecipare al concorso è di 18 anni;

Titolo di studio: laurea, diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale (sono validi anche titoli esteri purché con adeguato riconoscimento di equivalenza; Il candidato in attesa del riconoscimento sarà comunque ammesso con riserva alle prove. ATTENZIONE: La dichiarazione di equivalenza va acquisita anche se già ottenuta per altri concorsi. La modulistica per la richiesta è reperibile sul sito www.funzionepubblica.gov.it

Idoneità fisica: è richiesta l’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni ( che sarà valutata, per gli idonei , prima dell’assunzione);

Diritti

  • Chi partecipa al concorso deve godere dei diritti civili e politici;
  • Non essere stato escluso dall’elettorato politico attivo;
  • Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • Non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • Per i nati entro il 1985: essere in regola con gli obblighi di leva.

I Requisiti specifici per Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Interno, Ministero della Difesa e l’Avvocatura dello Stato.

Per i posti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Interno e il Ministero della Difesa e l’Avvocatura dello stato sono richiesti inoltre:

  • il possesso della cittadinanza italiana
  • una condotta incensurabile ai sensi dell’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.. Si tratta in particolare del possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria.

È richiesto quindi non soltanto non aver riportato condanne penali, ma come specificato dalla sentenza del Consiglio di Stato sez. IV, 3 settembre 2014, n. 4495, è “ragionevole che l’amministrazione scelga di restringere la selezione ai soli candidati per i quali non sia discussa la condotta morale nemmeno in termini di rischio (così escludendo ad es. coloro che abbiano semplicemente un procedimento penale pendente ed anche per reati di scarso allarme sociale)“ .

 

Compilazione e invio domanda: Ripam.cloud e SPiD

La domanda di ammissione deve essere presentata compilando il modulo elettronico presente sul sistema Step-One 2019, all’indirizzo Ripam.cloud, previa registrazione al portale.

Si accede solo con credenziali SPID ed è necessario essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata personale (PEC) .

Termine di scadenza per inviare la domanda

Il termine per la presentazione della domanda è fissato al 25 Luglio. Nella domanda il candidato fornisce i propri dati personali e autocertifica espressamente la presenza dei requisiti richiesti dal bando.

La data di presentazione on-line della domanda di partecipazione al concorso è certificata e comprovata da apposita ricevuta elettronica rilasciata, al termine della procedura di invio, della quale è consigliata la stampa è possibile infatti rientrare più volte nella procedura ma una volta scaduti i termini non si può più effettuare l’accesso.

Aggiornamento: sono più di 137mila le candidature ricevute per il Concorso 2133 funzionari.

Quota di partecipazione

Per la partecipazione al concorso deve essere effettuato, a pena di esclusione, il versamento della quota di partecipazione di 10€ sulla base delle indicazioni riportate nella piattaforma entro le ore 23:00 del 25 luglio 2020.

Candidati diversamente abili

I candidati diversamente abili devono specificare nell’apposito spazio disponibile nel modulo elettronico, la richiesta di ausili e/o di tempi aggiuntivi in funzione del proprio handicap che deve essere opportunamente documentato con apposita dichiarazione resa dalla commissione medico-legale dell’ASL di riferimento.

Le prove di selezione e preselezione

La selezione del concorso Ripam 2020 per funzionari amministrativi, brevemente perché trattato nel dettaglio nella prossima pagina della guida, prevede le seguenti prove:

  1. una prova preselettiva, per l’ammissione alla prova scritta, che si terrà solo nel caso in cui il numero di domande sia più del doppio rispetto ai posti messi a concorso;
  2. una prova selettiva scritta
  3. una prova selettiva orale

 

Valutazione titoli e preferenze

La commissione esaminatrice del Concorso Ripam 2020 redigerà la graduatoria finale di merito sommando i punteggi conseguiti nella prova scritta, nella prova orale e nella valutazione dei titoli .

I titoli valutabili, ai fini della stesura della graduatoria di merito, non potranno superare il valore massimo dieci punti, ripartiti tra titoli di studio (massimo sei punti) e altri titoli (massimo quattro punti). I titoli professionali sono considerati utili esclusivamente per la scelta dei posti del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare nella fase di ammissione

Titoli di studio (massimo di 6 punti)

  • 1,5 punti per votazione di laurea da 107 a 100 su 110 relativo al titolo di studio conseguito con miglior profitto;
  • ulteriori 0,5 punti in caso di votazione con lode
  • 0,5 punti per ogni laurea specialistica e magistrale che sia naturale proseguimento della triennale ovvero per la laurea a ciclo unico;
  • 0,25 punti per ogni laurea ulteriore rispetto al titolo di studio utile per l’ammissione al concorso, con esclusione di quelle propedeutiche alla laurea specialistica o laurea magistrale già dichiarata;
  • 1 punto per ogni diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale ulteriori
  • 0,5 punti per ogni master di primo livello;
  • 1,5 punti per master universitario di secondo livello;
  • 2,5 punti per ogni dottorato ricerca;
  • 2 punti per ogni diploma di specializzazione.

Altri titoli (massimo di 4 punti)

  • 3 punti per l’abilitazione all’esercizio della professione se attinente
  • 1 punto per l’abilitazione all’esercizio della professione se non attinente

Titoli professionali, ( massimo di 6 punti)

Solo per i ruoli del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (di cui sarà data evidenza separatamente nella graduatoria finale.

Preferenze e precedenze

A parità di merito costituiscono titoli preferenziali :

  • essere stati insigniti di medaglia al valor militare,
  • essere mutilati, invalidi e orfani di guerra o per servizio , o loro eredi
  • aver svolto periodi di perfezionamento presso l’ufficio per il processo
  • avere svolto stage e tirocini presso gli uffici giudiziari
  • avere figli a carico,
  • aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni
  • la più giovane età.

Share

Libro suggerito

Concorso 2133 Funzionari Amministrativi Ripam. Prova Preselettiva: Manuale + Quiz con soluzione commentata (Italiano) Copertina
Vai su amazon Vai allo shop Maggioli